“Nata e vissuta nelle periferie romane nel 1981 mi sono dapprima avvicinata al disegno, realizzando ritratti durante gli anni del liceo classico per poi abbandonare la matita per un mezzo decisamente più moderno, lo smartphone (lo confesso!!)

Ho iniziato alcuni anni fa pubblicando su Instagram gli scatti dei miei viaggi o dei tramoni romani dal Pincio o dalle piazze del centro e poi, dopo la fine improvvisa di un amore, ho deciso di riempire quel vuoto con una passione che stava nascendo e si faceva giorno dopo giorno più concreta… Quindi mi decisi per l’acquisto di una reflex!

Dunque comprai la mia prima Nikon (una D5100 ) e iniziai a studiare fotografia da autodidatta…Fu un amore a primavista, e nonostante le difficoltà tecniche devo dire che sono sempre riuscita a scattare “d’istinto”, cercando di leggere e capire la luce intorno a me, sfruttandola al massimo, giocando con lei..

Mi diletto con lo street e le foto di viaggio ma devo ammettere che il mio cuore è nel ritratto, forse perchè mi sembra di avere ancora la matita in mano..

Amo ritrarre le donne, le amiche, le sconosciute.. Le donne che io non sarò mai, per bellezza, giovinezza o carattere ma dalle quali, scattandole (solitamente in luce naturale) riesco a rubare qualcosa. E magari, loro scoprono qualcosa di sè..

Perchè farsi ritrarre è un po’ come andare dallo psicologo, devi metterti a nudo.. per davvero.

Naturalmente è uno scambio, equo se ben riuscito. La fotografia è un mezzo attraverso cui io arrivo alla persona, perchè essa soltanto è il mio scopo, non la fotografia.

Sono una persona di poche parole, e nella fotografia trovo il mio linguaggio, senza suoni, senza fraintendimenti, senza bugie. Una fotografia è un racconto senza la parola fine, è la nostra goccia nell’oceano, il nostro regalo o la nostra maledizione ai posteri.

Amo da sempre le fotografie, anche quando non le conoscevo.. e non puoi smettere di fare quello che ami, vero?

Questa sono io.”